Certificazioni Lingue Straniere

Erasmus AK2 POR Regione Toscana
Nuova ECDL PON Annualità 2014 - 2020

 

Sono stati oltre cento gli alunni delle classi quinte del Dagomari che, accompagnati dai propri insegnanti, hanno partecipato al Meeting  svoltosi  venerdì 26 gennaio – presso il Mandela forum di Firenze - per il Giorno della Memoria 2018.

Come sempre organizzato ogni due anni dalla Regione Toscana in collaborazione con la Fondazione Museo della Deportazione e Resistenza di Prato - in alternanza con il Treno per Auschwitz –l’evento ha raccolto quasi ottomila studenti provenienti dall’intera regione per ascoltare i racconti e le riflessioni di testimoni diretti di Shoah, deportazione ed esilio, ma anche di prestigiosi personaggi del mondo della cultura e delle istituzioni.

Quest’anno il Meeting si è svolto sotto il titolo “Dal razzismo di Stato, allo stato di diritto (1938-2018)”, ricorrendo due date particolarmente significative della nostra storia nazionale: gli ottant’anni dalle leggi “razziali” del fascismo ed i settant’anni dalla promulgazione della Costituzione della Repubblica italiana e della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Condotta dal giornalista Rai Massimo Bernardini, punteggiata dalle note di Enrico Fink e del suo gruppo musicale, l’iniziativa ha visto le introduzioni storiche di Giovanni Gozzini e Nicola Labanca, dell’ Università di Sien  e la presenza di testimoni della Shoah e della deportazione politica quali Andra Bucci (deportata ad Auschwitz all’età di 4 anni), Kitty Braun Falaschi (sopravvissuta a nove anni ai campi di concentramento di Ravensbrück e Bergen-Belsen), Vera Michelin Salomon (antifascista della resistenza romana, imprigionata nel carcere nazista di Aichach in Germania), nonché gli interventi del partigiano Moreno Cipriani e di persone le cui famiglie hanno subito la persecuzione razziale avvenuta in Italia a causa delle leggi antisemite del 1938 come Aldo Zargani (costretto a nascondersi presso un collegio di salesiani per sfuggire alla persecuzione razziale) e Vera Vigevani Jarach (esule in Argentina a causa delle leggi razziali italiane e madre di una “desaparecida” sotto il regime militare fascista degli anni ’70).

 Inoltre si è affrontato il tema del razzismo fascista nelle colonie italiane a causa del Regio Decreto n.880 del 1937 attraverso la storia familiare testimoniata dalla scrittrice di origine somala  Igiaba Scego e la narrazione musicale curata da Gabriella Ghermandi.

A concludere il Meeting, svoltosi anche stavolta sotto il coordinamento generale di Ugo Caffaz, sono state le parole di Katharina von Schnurbein, coordinatrice della Commissione europea per la lotta contro l’antisemitismo, che ha ricordato come democrazia, universalità dei diritti umani, non discriminazione siano tra i principali fondamenti su cui è stata costruita l’Unione Europea.

Per le ragazze e i ragazzi del Dagomari che hanno partecipato a questa intensa mattinata di testimonianze e riflessioni  legate alla storia del Novecento, ma con ampi riferimenti e sollecitazioni connessi  alla realtà dei nostri tempi, si è trattato di un’importante esperienza di arricchimento personale lungo il percorso educativo per diventare cittadini pienamente consapevoli dei più alti valori di civiltà.

 

Albi e Bacheche

Circolari ed avvisi

Pubblicità legale

Amministrazione trasparente

 
Via di Reggiana, 86 - 59100 Prato
Telefono 0574 639705
PEO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice fiscale 84008670485 - Codice Univoco ufficio: UFN7KZ - Codice Meccanografico POTD01000R
Vai all'inizio della pagina