Certificazioni Lingue Straniere

Erasmus AK2 POR Regione Toscana
Nuova ECDL PON Annualità 2014 - 2020

 

Settanta anni fa, nel periodo immediatamente successivo alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la città di Prato vide la nascita di un premio letterario che avrebbe conosciuto nei decenni successivi importanti sviluppi, divenendo uno degli appuntamenti più significativi del panorama culturale nazionale.

Il Premio Letterario Prato nasceva infatti nel 1948 su iniziativa dell’ENAL, l’Ente Nazionale Assistenza Lavoratori, per poi essere rilevato nel 1951 dall’ANPI, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, che fece propria l’istituzione letteraria dandole un indirizzo specifico, cioè la valorizzazione delle opere narrative dedicate alla Resistenza e ai valori resistenziali.

Proprio alla storia del Premio Letterario Prato la locale sezione dell’ANPI ha dedicato una mostra - già esposta in alcune realtà cittadine - che da giovedì 17 maggio fino a giovedì 7 giugno sarà ospitata nei locali dell’ITEPS “Paolo Dagomari”, con l’obiettivo di offrire agli studenti l’opportunità di conoscere un aspetto significativo della vita di Prato nel corso del Novecento e di riflettere sui valori che animarono la Resistenza contro il nazifascismo e su come tali valori divennero anche materia per importanti esperienze letterarie, narrative e poetiche, nonché saggistiche.

Il Premio, la cui ultima edizione risale al 1990, conobbe in oltre quarant’anni di vita numerose trasformazioni, sia nella tipologia delle opere premiate, che nelle tematiche affrontate e nell’assetto organizzativo, con il Comune di Prato che dalla settima edizione assunse la responsabilità gestionale dell’iniziativa, corredata peraltro ogni anno da numerosi eventi collaterali di carattere culturale (teatro, musica, pittura, ecc.) che animavano la città.

 Per dare l’idea del livello qualitativo del Premio – la cui storia è stata recentemente ricostruita in un libro dello studioso pratese Alessandro Bicci - basti ricordare il nome di alcuni premiati illustri (tra i molti Cassola, Fenoglio, Sciascia, Rodari, Primo Levi, Amendola, Canetti, Arpino, Mc Ewan, Brandys) di partecipanti e finalisti (come per esempio Pasolini, Volponi, Bianciardi, Ortese, Bobbio, Asor Rosa, Lajolo, Bevilacqua, Trifonov, Citati, Handke, Vassalli, Lessing), nonché di prestigiosi membri della giuria (Quasimodo, Montale, Calvino, Vittorini, Moravia, Calamandrei, Marchesi, Aleramo, Bilenchi, Bocca, Maraini, ecc.).

Albi e Bacheche

Circolari ed avvisi

Pubblicità legale

Amministrazione trasparente

Via di Reggiana, 86 - 59100 Prato
Telefono 0574 639705
PEO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice fiscale 84008670485 - Codice Univoco ufficio: UFN7KZ - Codice Meccanografico POTD01000R
Vai all'inizio della pagina